Archive for febbraio 2010

Carnevale: rimuovere scelte antiche disastrose

Posted by amministratore su 26 febbraio 2010

Il sindaco di Roma dal primo giorno del suo insediamento al Campidoglio ha continuamente annunciato date per lo smantellamento di Casilino 900 che puntualmente venivano rinviate, fino a quando non è arrivata la prima consultazione elettorale (le elezioni regionali del Lazio) per smantellare in tutta fretta e festeggiare.

Lo smantellamento del campo nomadi Casilino 900, con lo spostamento delle famiglie rom in altri campi nomadi, può passare come una scelta a favore del popolo rom, invece è stata una carnevalata di egoismo sociale”, l’ennesima vigliaccata contro il popolo rom per fare propaganda.

Una riflessione PER NON DIMENTICARE si rende necessario, sperando che posso essere utile a superare scelte antiche disastrose, dure a morire, troppo spesso astutamente “copiate” e causa principale dell’attuale disastro per la popolazione romanì.

Scelte antiche e disastrose riconducibili almeno a tre questioni:

  1. La politica dei campi nomadi
  2. Le condizioni di vita
  3. La rappresentatività rom
    Leggi il seguito di questo post »
Annunci

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Milano. Famiglia Cristiana

Posted by amministratore su 24 febbraio 2010

”La Milano che si prepara all’evento mondiale dell’Expo 2015 non e’ in grado di risolvere il problema dei rom. Ricorre a inutili sgomberi, senza alternative. Dimentica la civilta’, che dovrebbe distinguere una grande citta’. Nell’arco di pochi mesi, siamo gia’ a duecento sgomberi. Sei fatti nello stesso giorno. Con grande soddisfazione di qualche politico”.

Nel numero di ‘Famiglia Cristiana’ di questa settimana il direttore, don Antonio Sciortino, nella sua rubrica ”Colloqui col Padre”, risponde a una lettera di un gruppo di maestre di Ribattino (Milano) inviata al giornale ”perche’ si sappia che l’integrazione e’ possibile”. ”

Nonostante siano stati sgomberati piu’ volte in pochi mesi e siano stati sparpagliati per la citta’, i bambini rom hanno continuato a venire a scuola”, scrivono le maestre, intorno a questi bambini ”si e’ creata una rete di solidarieta”’. ”All’invito della Caritas di sospendere gli sgomberi almeno d’inverno, con temperature gelide o sotto la pioggia, non si puo’ rispondere che ”la legalita’ non conosce stagioni””, risponde don Sciortino. ”Soprattutto se il rigore della legge e’ unidirezionale, spietato con i piu’ deboli, di larghissime maglie con potenti e corruttori”.

Insomma, conclude don Sciortino: ”Gli sgomberi ‘alla milanese’ sono come il ‘gioco dell’oca’. Dopo vari giri, da una zona all’altra della citta’, si torna sempre al punto di partenza”, ”si usano gli sgomberi per eventi mediatici, sulla pelle dei nomadi. Le ruspe, i vigili in assetto antisommossa, i bambini in strada, al freddo e al gelo, per non separarsi dai genitori, tutto fa spettacolo. Rende politicamente. Produce consenso, ma abbassa la soglia di umanita”’.

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Cosa accade?

Posted by amministratore su 21 febbraio 2010

Il poco tempo disponibile ancora non mi permette di scrivere una riflessione dettagliata in merito a quando da qualche tempo accade in Italia ed in Europa alla popolazione romanì.

Ho la sensazione che sia in atto un contrasto molto forte tra il negativo ed il positivo e che siamo in un momento cruciale dove si decide quale sarà il futuro per la cultura romanì e per la popolazione romanì. Se da una parte vedo avvicinarsi il riconoscimento di minoranza linguistica alla popolazione romanì, fortemente perseguita da molti per tanti anni, dall’altra c’è chi vuole presentare una legge specifica per rom e sinti.

Altra questione complessa arriva dall’Europa: i delegati Italiani alla ERTF, European Roma and Travellers Forum, partecipano alle riunioni della ERTF, hanno diritto di parola, ma non hanno diritto di voto.

Se da una parte c’è una parte della politica che lavora e ricerca soluzioni, dall’altra parte c’è una politica che “festaggia” un disastro.

L’amministrazione comunale di Roma decreta la chiusura di alcuni campi nomadi ed il trasferimento delle famiglie rom in altri campi nomadi TUTTI FUORI DAL RACCORDO ANULARE della Capitale e“festeggia” il progrom pianificato a danno della popolazione romanì e di tutti i cittadini, sperando nel successo elettorale. Quella politica che concepisce la popolazione romanì all’interno di una sola dimensione, lontana dalla società nel tempo e nel luogo, e“trattata” come rifiuti umani, da relegare alla periferia delle città, là dove la comunità urbana colloca idealmente e materialmente i rifiuti.

Siamo i monumenti moderni alla segregazione, che le nostre amministrazioni comunali, senza distinzione di colore politico, hanno voluto, senza mai cercare una diversa e dignotosa soluzione.

Nazzareno Guarnieri

Posted in Federazione | Leave a Comment »

2° vertice Europeo sui Rom

Posted by amministratore su 12 febbraio 2010

In Spagna a Cordoba il prossimo 8 e 9 Aprile 2010 si svolgerà il secondo vertice europeo sui rom ed il fatto che si realizzi durante la Presidenza Spagnola dell’Unione Europea è un buon auspicio perchè la Spagna negli ultimi anni è stato il paese europeo che più ha investito in politiche sociali e culturali per la popolazione romanì.

Per la grave condizione e discriminazione della popolazione romani in molti stati Europei, dal secondo vertice europeo sui rom ci attendiamo conclusioni politiche con la esplicitazione di una strategia politica chiara ed efficace, strategia che da una parte impegni la Commissione europea e gli Stati membri dell’UE ad una forte e coordinata azione politica e degli strumenti giuridici per contrastare l’antiziganismo, dall’altra parte definisca il ruolo attivo delle organizzazioni rom nei piani d’azione europei e nazionali, nella progettazione/realizzazione delle politiche per i rom, nel monitoraggio dei progetti destinati alla popolazione romanì.

Il secondo vertice europeo sui rom è un luogo di discussione su politiche efficaci ed efficienti per la popolazione romanì da mettere in atto, a livello europeo e nazionale, con il migliore e massimo utilizzo dei fondi strutturali europei, ma è necessario che ogni Stato membro dell’UE coinvolga le organizzazioni rom e della società civile, per presentare proposte politiche sociali e culturali con la più ampia condivisione possibile.

La Federazione romanì, nel sollecitare il governo Italiano, le Istituzioni e tutte le forze politiche ad una partecipazione propositiva al secondo vertice europeo sui rom, rende disponibili le proprie competenze per elaborare e condividere proposte politiche.

La Federazione romanì invita il governo Italiano ad avviare con urgenza un confronto con le organizzazioni rom e della società civile per la condivisione di strategie politiche sociali e culturali da presentare al secondo vertice europeo sui rom.

La Federazione romanì invita le associazioni rom e della società civile a partecipare agli incontri che saranno promossi dalla nostra federazione, in preparazione del secondo vertice europeo del 8 e 9 Aprile 2010 in Spagna. Gli incontri, in fase di programmazione, saranno comunicati con mailinglist ed nel nostro spazio web: https://federazioneromani.wordpress.com

Federazione romanì

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Convocazione consiglio Direttivo

Posted by amministratore su 11 febbraio 2010

Il consiglio direttivo della Federazione romanì è convocato per il giorno 18 Febbraio 2010 alle ore 10,30 a Roma presso la sede sociale per deliberare sul seguente ordine del giorno:

  1. Relazione del presidente
  2. Dibattito/confronto
  3. Definizione programma politico e culturale anno 2010
  4. Programma campagna “DOSTA”
  5. Definizione programma meeting nazionale popolazione romanì
  6. Elezioni Regionali
  7. Proposta di legge modifica legge 482/99 e conferenza di Milano
  8. Ratifiche e delibere
  9. Esplicitazione incontro Presidente della Repubblica
  10. Approvazione bozza conto consuntivo anno 2009
  11. Approvazione bozza bilancio preventivo anno 2010
  12. Convocazione Assemblea ordinaria della Federazione romanì
  13. Varie ed eventuali

Il presidente – Guarnieri Nazzareno

Nota: La riunione del consiglio direttivo è aperta agli aderenti che desiderano partecipare.

Ai componenti il consiglio direttivo sarà rimborsato il documento di viaggio. Per eventuali necessità contattare il segretario Graziano Halilovic

Posted in Federazione | Leave a Comment »

VII° Commissione, audizione della Federazione romanì

Posted by amministratore su 6 febbraio 2010

Roma 4 Febbraio 2010, Camera dei Deputati, VII° Commissione Parlamentare Istruzione e Cultura, audizione della Federazione romanì. Sintesi dell’audizione

Anche se molti Rom e Sinti viviamo in Italia da molti secoli, siamo i meno conosciuti, i più disprezzati, coloro con i quali la convivenza sembra più difficile, perchè la cultura romani è poco e mal conosciuta. L’assenza di conoscenza della cultura romanì permette la strumentalizzazione mediatica e politica contro la popolazione romanì, con la diffusione ad arte di informazioni distorte e con lo spreco di risorse pubbliche per interventi fallimentari ampiamente documentati ed aggravato dalla ostinata continuità.

Senza la partecipazione attiva e propositiva di rom e sinti alla vita sociale, culturale e politica sarà mai possibile conoscere la cultura e l’identità romani?

La conoscenza della dell’identità culturale romanì non deve essere il punto di partenza indispensabile per un processo di acculturazione? (“partire da lì e non cancellarla”).

Senza la conoscenza della cultura e dell’identità romanì i processi di acculturazione avranno mai successo?

La partecipazione attiva e propositiva delle professionalità rom e sinte è stata sempre ignorata, si è preferito che le esperienze di scambio culturale con la popolazione romanì fossero definite da altri” che hanno tentato di interpretare” la cultura romanì ed i bisogni delle persone rom e sinte.

Le “interpretazioni” della cultura romanì definite da altri” hanno prodotto politiche differenziate e di assistenzialismo culturale per la popolazione romanì, i cui disastri sono oggi evidenti a tutti, mentre la partecipazione attiva di rom e sinti è stata strumentalizzata, rinunciando, con intransigenza a tutti i livelli, alla presenza attiva e professionale di rom e sinti.

Il fallimento delle politiche del passato per la popolazione romanì dimostra che senza la partecipazione attiva, propositiva e professionale di Rom e Sinti ogni iniziativa è destinata al fallimento.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Ancora una volta

Posted by amministratore su 1 febbraio 2010

Nei prossimi giorni la VII° Commissione della Camera dei deputati si occuperà della scolarizzazione dei bambini immigrati e rom con l’audizione di diverse organizzazioni, della società civile Italiana, tra cui la Federazione romanì per il prossimo 4 Febbraio.

Nel frattempo nella Capitale d’Italia cresce il disastro umanitario e culturale della popolazione romanì, disastro voluto dalla propaganda politica e ricercato dall’opportunismo di molti e dalla falsità di tanti.

Dopo il fallimentare progetto scolarizzazione dei bambini rom, in atto a Roma da oltre quindici anni con risultati quasi inesistenti, e dopo la onerosa gestione, da “grande fratello”, dei campi nomadi, è arrivato il Commissario per l’emergenza rom che con la collaborazione degli enti locali DECIDE di elaborare un “piano nomadi”, cioè un piano di politiche per le famiglie rom.

Verrebbe da dichiarare: “finalmente politiche adeguate per rom e sinti!” ma …

Il “piano nomadi” della Prefettura di Roma e degli enti locali si struttura tutto sulla NEGAZIONE di TRE pre-requisiti essenziali per il successo delle iniziative  per Rom e Sinti:

  • l’assenza di una politica per la cultura romanì
  • ignorare le motivazioni dei fallimenti delle politiche del passato per le famiglie rom e sinte
  • evitare la partecipazione attiva e propositiva delle organizzazioni romanì

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »