Archive for marzo 2010

Popolazione romanì, Risoluzione del Parlamento europeo del 25 marzo 2010

Posted by amministratore su 26 marzo 2010

Il Parlamento europeo ,

–visti gli articoli 8, 9, 10, 18, 19, 20, 21, 151, 153 e 157 del TFUE, che impegnano gli Stati membri a garantire pari opportunità a tutti i cittadini e a migliorare le loro condizioni di vita e di lavoro,

– visti gli articoli 2 e 3 del trattato UE che consentono all’Unione di prendere misure appropriate per combattere le discriminazioni nei confronti di tutti i cittadini e promuovere il rispetto dei diritti umani,

– viste le sue risoluzioni del 28 aprile 2005 sulla situazione dei rom nell’Unione europea, del 1° giugno 2006 sulla situazione delle donne rom nell’Unione europea, del 15 novembre 2007 sull’applicazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri, del 31 gennaio 2008 su una strategia europea per i rom, del 10 luglio 2008 sul censimento dei rom su base etnica in Italia e dell’11 marzo 2009 sulla situazione sociale dei rom e su un loro miglior accesso al mercato del lavoro nell’Unione europea,

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Abbiamo visto, cos’altro dobbiamo vedere?

Posted by amministratore su 10 marzo 2010

Nell’UE ci sono attualmente dai 10 ai 12 milioni di rom, di cui la maggior parte ha acquisito la cittadinanza europea tra il 2004 e il 2007. Il prossimo 8 Aprile a Cordoba (Spagna) si svolgerà il secondo vertice europeo sui rom, e ieri, martedi 9 Marzo, il Parlamento europeo ha discusso della difficile condizione della più grande minoranza etnica europea e durante la prossima sessione plenaria voterà una risoluzione

Ieri il dibattito del Parlamento Europeo ha focalizzato l’attenzione “sull’impatto limitato” che i fondi UE hanno sulla situazione socio-economica dei rom ed è necessario che la Commissione europea intervenga con le autorità locali per farne un uso migliore per “combattere le discriminazioni, sia palesi che sottointese” vissute dai rom.

“I rom sono il gruppo etnico più odiato e discriminato” conclude Valeriou Nicolae, della Coalizione per europea per i Rom. Secondo lui una strategia europea è necessaria perché “centinaia di milioni di euro dei fondi UE sono stati sperperati senza ottenere risultati tangibili”.

Programmi, fondi, progetti ma…perché le azioni destinate all’integrazione dei Rom continuano a sortire “effetti limitati”?

Si tratta di una sacrosanta verità e speriamo sia la volta buona per un radicale cambiamento di metodo rispetto al passato per accedere alle risorse pubbliche e per la gestione dei progetti destinati a rom e sinti.

Non è la prima volta che le istituzioni europee si pongono questa questione: malgrado l’impiego di ingenti risorse pubbliche la condizione dei rom non migliora.

Forse è arrivato il momento di dare una risposta concreta a questo interrogativo.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Comitato europeo per i diritti sociali

Posted by amministratore su 3 marzo 2010

Il Comitato europeo per i diritti sociali del Consiglio d’Europa ha dichiarato ricevibile il reclamo Housing Rights and Evictions (COHRE) contro Italia (n. 58/2009). Con tale reclamo si denuncia la violazione da parte dello Stato italiano degli articoli 16 (diritto della famiglia a una protezione sociale, giuridica ed economica), 19 (diritto dei lavoratori migranti e delle loro famiglie alla protezione e all’assistenza), 30 (diritto alla protezione contro la povertà e l’esclusione sociale) e 31 (diritto all’alloggio), articoli invocati autonomamente o combinati con la clausola di non discriminazione contenuta nell’articolo E della Carta sociale.

Il COHRE ha denunciato la situazione dei Rom e dei Sinti in Italia, ponendo l’attenzione sulla normativa d’urgenza e sulle politiche nazionali che discriminano e violano diversi articoli della Carta sociale europea. Il COHRE ha posto l’accento sulla situazione di segregazione in cui versano i Rom e i Sinti e sul fatto che le misure di sicurezza adottate dall’Italia a partire dal maggio 2008, pur riferendosi genericamente ai “nomadi”, hanno alimentato una propaganda razzista e xenofoba nei confronti dei Rom e dei Sinti. Ciò ha portato ad una mancanza di protezione e di assistenza a favore di tali popolazioni.

Posted in Federazione | Leave a Comment »