Archive for dicembre 2009

Buon anno 2010

Posted by amministratore su 31 dicembre 2009

 Al termine di ogni anno giunge il tempo delle riflessioni e della speranza per un futuro migliore, ed alcune valutazioni sul “progetto Federazione” per la popolazione romanì è un atto dovuto.

Numerosi sono stati gli eventi realizzati nell’anno 2009 con il “progetto federazione”, dal primo congresso Italiano delle comunità rom e sinte, alla Conferenza “ La voce del popolo rom. Nuove politiche e  strategie verso la rappresentatività”, fino al recente convegno della Camera dei Deputati per non dimenticare l’emanazione delle leggi razziali.

Eventi contraddistinti da un radicale cambiamento rispetto al passato e dalla numerosa partecipazione attiva e propositiva di Rom e Sinti.

Mi corre l’obbligo porre in evidenza anche gli ostacoli incontrati nell’anno 2009.

Ostacoli per impedire a Rom e Sinti di realizzare il “progetto Federazione”.

Ostacoli creati ad arte, per dividere Rom e Sinti, nascondendosi dietro una maschera.

Ostacoli per l’eccessivo personalismo ed individualismo.

Difficoltà che hanno condotto la Federazione romanì nell’anno 2009 ad adottare nuove politiche e strategie verso una rappresentatività qualificata di Rom e Sinti, scelta largamente condivisa.

Nel 2009 molta attenzione è stata dedicata alla Federazione romani dalle organizzazioni amiche di rom e sinte, ma L’ASSENZA di volontà ad avviare una concreta collaborazione con una qualificata rappresentatività rom, conduce ad immaginare che forse si è trattata di un’attenzione interessata SOLO al fallimento del “progetto federazione”.

Molte sono state le buone intenzioni verso la Federazione romanì di tanti che si dichiarano amici del popolo rom, ma le buone intenzioni non sono diventate realtà nel 2009.

Se gli amici del popolo rom non sostengono con concreta collaborazione e determinazione un progetto qualitativo e quantitativo come quello della Federazione romanì, cosa fanno?  

Non posso evitare di denunciare ancora una volta lo sperpero di risorse pubbliche per iniziative per rom e sinti inconsistenti e fallimentari, mentre con grandi sacrifici personali e senza alcun aiuto dagli “amici” del popolo rom, da sei anni siamo impegnati per costruire una rappresentatività rom e sinta qualificata, condizione indispensabile prima di qualsiasi altra iniziativa, altrimenti sarebbe come costruire una casa senza fondamenti.

Ma finora la partecipazione qualificata di rom e sinti non piace agli “amici” della popolazione romanì, “amici” che preferiscono la partecipazione di quei rom e sinti che per poco e più facilmente aderiscono alle loro fallimentari scelte.  

La Federazione romanì saprà attendere e speriamo che l’anno 2010 porti buoni consigli.

Oggi rendo pubblica la seguente lettera inviata ad una organizzazione nel mese di Luglio 2009, ometto nomi e denominazioni riportati nella lettera, firmata da tre rom/sinti, ma suggerita e scritta da qualche “amico”.    

 

Al presidente Nazionale di …………….

Vi scriviamo a proposito della partecipazione della ……………………….. al ……………………… da voi organizzato e nel quale non ci risulta chiaro il rapporto con la nostra …………………… almeno alla luce dei programmi che stanno girando.

Non abbiamo ricevuto un invito formale, né una richiesta di intervento come invece è avvenuto nelle precedenti occasioni e questo ci sorprende come ci sorprende la partecipazione di Nazareno Guarnieri non sappiamo a quale titolo.

Come saprete dopo il congresso della nostra Federazione, l’ex presidente, Nazareno Guarnieri, per ragioni che non sono state rese note né nel corso del congresso né tantomeno dopo, ha fondato una cosiddetta Federazione Romani che raggruppa, a quanto lui dice alcune associazioni rom.

E’ bene che voi sappiate che questa scelta, al di là dei modi veramente scorretti e inaccettabili da qualunque punto di vista,  rischia seriamente di mettere in discussione la possibilità di dare forza e sostanza a un soggetto unitario dei Rom e dei Sinti che affronti i temi complicati che riguardano le nostre comunità.

E’ grave e dannoso favorire le divisioni tra Rom e Sinti nel momento in cui in questo Paese si stanno stringendo i nodi di una politica profondamente antizigana e che coinvolge sia i Rom sia i Sinti, anzi ci sembra il caso di sottolineare che gli ultimi episodi riguardino in particolare alcune comunità sinte.

Per questo nella nostra assemblea ………………… abbiamo ribadito la continuità dell’azione unitaria ……………….. e, dopo l’elezione degli organi direttivi (vi alleghiamo il relativo comunicato), abbiamo programmato iniziative coerenti con questo obbiettivo.

In questo quadro la nostra partecipazione al ………………….. sarebbe per noi un’occasione per confermare un rapporto che ci sembrava consolidato e al quale noi teniamo in particolar modo per continuare una positiva collaborazione ……….. dando il contributo della nostra esperienza a iniziative così significative sui temi del razzismo, della discriminazione, dell’esclusione di cui rom e sinti sono vittime privilegiate.

Per questo ci auguriamo che ci sia un rapido chiarimento per poter continuare in un rapporto di positiva collaborazione.

Firmato ……………..                  

             ……………..

             ……………..

A distanza di sei mesi da questa lettera tutti vedono che la Federazione romani è una realtà concreta che dà fastidio a diversi “amici” del popolo rom.

Nazzareno Guarnieri

Annunci

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Auguri

Posted by amministratore su 26 dicembre 2009

 

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Auguri dalla Federazione romanì

Posted by amministratore su 25 dicembre 2009

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Associazione Rom Kalderash

Posted by amministratore su 23 dicembre 2009

Auguri da Venezia dall’associazione Rom Kalderash

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Lungo la ferrovia

Posted by amministratore su 23 dicembre 2009

Vi presentiamo il libro “ Lungo la ferrovia” di Gianluca Giunchiglia, edizioni Erasmo.

“Lungo la ferrovia” è un romanzo breve, di facile lettura, scritto da un pedagogista che ama la poesia,  tanto da vincere dei premi. Un romanzo si sa è una rappresentazione (fantastica) della realtà, l’immaginazione di eventi che accadono nella mente dell’autore che li ha vissuti in altra forma e che li ha approfonditi e analizzati in vari aspetti; cioè esso è un ideazione che riporta però dei fatti conosciuti a fondo, dentro le loro dinamiche interattive che poi, con l’ausilio della creatività, si trasformano in un’invenzione. Non faccio una recensione all’opera letteraria, non sarei adatto. Ho letto il romanzo con una visione pedagogica e traggo solo qualche considerazione.

L’argomento trattato è un tema d’indubbia attualità sociale e politica: il problema rom che, pur esistendo da sempre, in questo periodo storico è sviscerato dai media continuamente più nel male che nel bene, con ricadute che considero importanti sul piano culturale. Ciò che mi ha colpito nel racconto non è tanto il rapporto dei due protagonisti (Gioni e Miluna), la loro storia e la loro amicizia, quanto le relazioni  dei contesti in cui essa si sviluppa. I contesti sono rappresentati dal gruppo dei pari, dalla scuola e dagli adulti che in essa vi lavorano, dal “campo” rom, dalla comunità vicina al “campo” rom. In questi contesti l’autore descrive una fitta rete di interazioni fatte da accettazione e rifiuti. Non emerge nessun tentativo d’integrazione nel suo significato pieno, forse un atteggiamento di questo tipo lo si ritrova nell’autista dello scuolabus, che però  ha un ruolo  marginale per poter diventare la figura di riferimento per l’integrazione.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Camera dei deputati: osservatorio sul razzismo

Posted by amministratore su 22 dicembre 2009

La presidenza della Camera dei deputati ha istituito un Osservatorio sui fenomeni di xenofobia e razzismo diretto alla sensibilizzazione su tali tematiche, al monitoraggio e alla valorizzazione delle attività svolte in materia da organismi pubblici e privati. L’Osservatorio, che si è riunito per la prima volta questa mattina a Montecitorio, si compone pariteticamente di otto deputati, scelti dalla presidenza sulla base delle esperienze già acquisite sulla materia, con riferimento ai diversi profili in cui essa potrà articolarsi, ed è coordinato dai vicepresidenti della Camera, Rosy Bindi e Maurizio Lupi, nella qualità di presidenti, rispettivamente, del Comitato di vigilanza sull’attività di documentazione e del Comitato per la comunicazione e l’informazione esterna.

Per quanto riguarda le sue funzioni, l’Osservatorio si occuperà in particolare di:
– monitorare le attività svolte in materia da organismi pubblici e privati;
– realizzare studi e dossier tematici;
– promuovere una strategia di comunicazione volta alla sensibilizzazione, con particolare riferimento al mondo scolastico;
– collegarsi con analoghe iniziative promosse da altre istituzioni, con particolare riferimento alle altre assemblee legislative;
– organizzare una conferenza annuale per il raccordo tra le istituzioni e gli organismi della società civile.

I componenti dell’Osservatorio, oltre ai vicepresidenti della Camera, Bindi e Lupi, sono i seguenti deputati: Souad Sbai, Fiamma Nirenstein, Margherita Boniver, Marco Giovanni Reguzzoni, Jean Touadì, Fabio Evangelisti, Savino Pezzotta

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Dopo Roma, Venezia

Posted by amministratore su 19 dicembre 2009

Dopo Roma, Venezia.

Dopo la cacciata dell’anno scorso del prefetto di Roma arrivata la cacciata del Prefetto di Venezia, entrambi rimossi dal Ministro dell’Interno della lega Roberto Maroni, colpevoli di NON aver negato diritti civili ai rom, di aver rispettato la legge, di aver applicato le norme ed i principi costituzionali della convivenza civile anche con la popolazione romanì. La cacciata di due funzionari della Repubblica a cui è ampiamente riconosciuto di aver sempre fatto il loro dovere nell’interesse di tutti i cittadini, popolazione romanì compresa, infastidisce chi vuole la democrazia e la legalità come una arrogante padronanza utile ai propri interessi e non per tutti gli italiani.

I Prefetti della Repubblica sono funzionari dello Stato e come tali devono rispondere anche alla parte politica che governa (ministro dell’interno), ma in primis devono obbedire sempre alla Costituzione Italiana.

L’obbedienza alla Costituzione Italiana non piace ad un manipolo di politicanti che hanno tanto parlato di sicurezza e di legalità “sfamando” gli Italiani con odio e paura, convinti di essere loro al di sopra delle leggi e delle regole, e capaci di usare il cuore del sistema democratico Italiano per la loro personale campagna elettorale.

Quando un Ministro dell’Interno, inseguendo una visione ossessiva contro la popolazione romanì, caccia i Prefetti che obbediscono alla Costituzione, la differenza tra lui e il peggior passato è il colore, verde oggi, nero ieri.”

Questi inquietanti episodi di “normalizzazione” fascista avviene mentre una parte dell’opposizione PD sventola la bandiera bianca della resa incondizionata alla destra rendendosi disponibile ad una legge ad personam che salvi il Presidente del Consiglio dai processi. “I regimi non vengono creati soltanto dagli aspiranti  dittatori e dalle loro ciurme fanatizzate, ma anche dalla arrendevolezza e compiacenza delle opposizioni che cessano gradatamente di essere tali”.

 Esprimiamo la nostra stima ed il nostro plauso al prefetto di Venezia, come abbiamo fatto l’anno scorso per il prefetto di Roma, funzionari di Stato di grande valore morale e istituzionale, obbedienti ai principi della Carta Costituzionale. 

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Una è realizzata

Posted by amministratore su 17 dicembre 2009

Ieri 16 Dicembre 2009 è stata una giornata “importante” per al popolazione romanì. Per la prima volta il Parlamento Italiano ha aperto le porte politiche, culturali e storiche alla popolazione rom e sinta. Importante perché si tratta di un riconoscimento istituzionale alla minoranza etnico linguistica rom e sinta quale entità culturale del territorio.

“Importante” per altre motivazioni. In primis le dichiarazioni del vice presidente della Camera dei deputati On. Maurizio Lupi.

 

http://webtv.camera.it/portal/portal/default/Archivio

“Importante” per la collaborazione di due organizzazioni rom (si tratta della prima volta) al convegno alla Camera dei deputati sull’internamento di Rom e Sinti in Italia dal 1940 al 1943 è stata promossa dalla Presidenza della Camera dei deputati.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Convegno Camera dei Deputati: 71° anno dall’emanazione delle Leggi razziali. Intervento di Nazzareno Guarnieri presidente Federazione romanì

Posted by amministratore su 16 dicembre 2009

 

Riportiamo l’intervento di Nazzareno Guarnieri, presidente della Federazione romanì, al convegno promosso dalla presidenza della Camera dei deputati sull’internamento dei rom e dei sinti in Italia dal ’40 al ’43.

GuardailVideo http://webtv.camera.it/portal/portal/default/Eventi

Un ringraziamento alla Presidenza della Camera dei Deputati che per il secondo anno consecutivo promuove un’iniziativa per non dimenticare una triste pagina della nostra storia: l’emanazione delle leggi razziali. Ancora vivo è il ricordo dello scorso anno per la commemorazione dell’olocausto Ebraico, patrocinata e presieduta dal Presidente della Camera dei Deputati, in cui è stata posta nella Sala della Regina una targa a perenne memoria. Ripetere annualmente questa iniziativa è essenziale “per non dimenticare” e per ripercorrere il cammino doloroso collettivo delle varie minoranze colpite.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Convegno alla Camera dei Deputati: La testimonianza di una giovane ragazza rom

Posted by amministratore su 16 dicembre 2009

Riportiamo il testo di una testimonianza di una ragazza Rom durante il convegno  promosso dalla Presidenza della Camera dei deputati  per non dimenticare il 71° dall’emanazione delle leggi razziali.

Sono una ragazza rom che ha avuto la fortuna di incontrare alcune buone opportunità che mi hanno permesso di frequentare il liceo linguistico e diplomarmi. Posso dire di essere ben inserita nella società italiana anche se spesso devo affrontare diverse difficoltà legate alla mia appartenenza etnica che non voglio negare. Sono fiera della mia cultura romanì e mi fa rabbia che troppo pochi la conoscono perché troppe volte è stata presentata in modo sbagliato. Sono nata e vivo in un campo nomadi, ma vorrei avere una abitazione dignitosa perché non è scontato che i rom vivano in un campo nomadi. Durante il mio percorso scolastico la scuola è stata molto attenta alla mia diversità culturale, infatti si è attivata, con personale esterno Italiano, per far conoscere la cultura romanì, ma spesso in un modo sbagliato che infastidiva me e tutti i compagni di classe perché si parlava della cultura romanì solo in un’ottica folcloristica, invece che di educazione interculturale per un confronto vero tra le diverse culture.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »

71° anno dalla promulgazione delle leggi razziali

Posted by amministratore su 11 dicembre 2009

In occasione del settantunesimo anniversario della promulgazione delle leggi antiebraiche e razziali, mercoledì 16 dicembre alle ore 11,00 presso la Sala del Mappamondo, si terrà il convegno “L’internamento dei Rom e dei Sinti in Italia dal ’40 al ’43”.

Il programma del convegno al link:    http://nuovo.camera.it/537?shadow_mostra=23397

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Pescara. Conferenza stampa della Federazione romanì

Posted by amministratore su 10 dicembre 2009

Oggi alle ore 12,00 a Pescara presso il centro servizi alla persona URBAN  l’associazione RomSinti@ Politica e la Coop. Pralipè aderenti alla Federazione romanì hanno convocato una CONFERENZA STAMPA. Buona la presenza di una rappresentanza della comunità rom, di alcune agenzie di stampa, alcune testate giornalistiche, televisioni locali . Dopo aver presentato il seguente comunicato stampa, i promotori hanno risposto alle domande della stampa.

COMUNICATO STAMPA

 I conflitti con la minoranza rom presente nella città di Pescara e Provincia, ma anche in tante altre città Abruzzesi, stanno raggiungendo livelli ingiustificabili ed eccessivamente pericolosi per il futuro, tali da imporre una denuncia pubblica forte verso la politica priva di ogni volontà a svolgere il proprio dovere istituzionale e costituzionale, a coniugare la legalità e l’integrazione culturale nel rispetto delle norme e dei principi. 

 Da troppo tempo, per dare soluzione alla questione rom, mancano i doveri della politica e le dichiarazioni spregevoli contraddistinte dalla fierezza dell’ignoranza e dall’arroganza del potere, fanno pensare ad una politica alla ricerca dell’utilizzo strumentale della problematica posta della minoranza rom per proprio tornaconto personale, indifferente al fatto che il disagio si riversi irrimediabilmente sulla quotidianità di tutti i cittadini.

La legalità è un valore irrinunciabile, valida per tutti e per ciascuno, che non può giustificare la negazione dei diritti alla persona.  

E’ necessaria una riflessione politica ed istituzionale per una sequenza di “deficit” che impediscono una integrazione della minoranza Rom; una sequenza di “deficit” che da troppo tempo non trovano risposte coerenti alle norme ed ai principi costituzionali ed istituzionali.

Una sequenza di “deficit”, mediatico – culturale – politico – istituzionale – di partecipazione attiva e di conoscenza, che hanno “categorizzato” i pregiudizi contro la popolazione rom e “banalizzato” la cultura romanì, che hanno “ostacolato” i processi di scambio culturale, di acculturazione e inculturazione ed hanno impedito una “canalizzazione politico/istituzionale” alla cultura romanì. 

“Deficit” che hanno portato a generalizzare in tutta la popolazione rom e sinta la responsabilità del singolo.

Deficit che mal utilizza le risorse comunitarie che la Commissione Europea destina per la minoranza rom “… per rimuovere gli ostacoli, ……… che impediscono la piena realizzazione della persona umana …..” 

 Una sequenza di deficit che richiedono una risposta urgente e chiara, capace di abbandonare l’utilizzo strumentale dei rom e avviare processi e percorsi di integrazione culturale per ricostruire le relazioni umane e lo scambio culturale con la popolazione romanì, condizioni reali per la garanzia della legalità, della sicurezza, dei diritti. 

 Alla luce di ciò, chiediamo con urgenza la costituzione di un tavolo politico interistituzionale aperto alle organizzazioni rom per poter definire un programma di integrazione sul territorio.

Pescara, 10/12/2009.

Nazzareno Guarnieri – Federazione romanì

Giulia Prestia – Coop. Pralipè

Guarnieri Franco – RomSinti@ Politica

Posted in Federazione | Leave a Comment »

Idea Rom. Associazione al femminile

Posted by amministratore su 3 dicembre 2009

La Federazione romanì con i contributi di Secondo Massano (amico storico del popolo romanò) e di Mauro Priano, arricchisce la propria organizzazione sul territorio Italiano con l’adesione di una associazione di donne Rom, denominata Idea Rom. Una breve scheda dell’associazione Idea Rom che recentemente ha aderito alla Federazione romanì.

L’associazione: IDEA ROM è un’associazione di promozione sociale ed opera a Torino presso i maggiori insediamenti abitativi di famiglie Rom e Sinte della città.

Da chi è formata: L’Associazione è costituita da donne Rom appartenenti alle diverse comunità presenti a Torino che, proprio con questa iniziale scelta di genere, sono riuscite a superare gli steccati e le differenze solitamente presenti all’interno dei diversi gruppi di appartenenza.

Le prime attività dell’associazione sono state rivolte prevalentemente ad altre giovani Rom della città, proprio a testimonianza di un’attenzione speciale al mondo femminile, snodo fondamentale nei processi d’integrazione così come nella custodia delle tradizioni.

Proprio in virtù di questa forte caratterizzazione femminile, le principali azioni degli interventi hanno come attori, riferimenti e interlocutori principali le donne e le giovani Rom delle diverse comunità.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Federazione | Leave a Comment »