Legittimazione istituzionale dell’odio razziale e del disprezzo?

Posted by amministratore su 21 maggio 2011

Spietata è crescita del disprezzo, dell’incitamento all’odio e della discriminazione contro la popolazione rom e sinta in Italia.

Ad ogni elezione c’è sempre qualche partito che invece di presentare ai cittadini un programma politico rispettoso delle norme e dei principi Costituzionali, strumentalizza la presenza della popolazione rom/sinta con la propaganda, con dichiarazioni farlocche ad esclusivo effetto mediatico, contraddistinte dalla fierezza dell’ignoranza e dall’arroganza del potere, e racconta falsità al cittadino elettore, senza mai programmare e realizzare una soluzione vera ed adeguata alla realtà ed ai bisogni.

Il limite è oramai superato. Qualche giorno fa un ministro della Repubblica Italiana, Umberto Bossi, dopo che il suo partito ha perso consenso elettorale al primo turno delle elezioni amministrative, ha dichiarato: Giuliano Pisapia è un matto, vuole trasformare la città in una Zingaropoli”.

Una dichiarazione di disprezzo, di incitamentoall’odio razziale contro la popolazione romanì.

Un ministro della Repubblica Italiana con una simile dichiarazione non dà legittimazione istituzionale all’incitamento all’odio ed al disprezzo?

La Federazione romanì esprime indignazione per la dichiarazione di Umberto Bossi e chiede al ministro le pubbliche scuse al popolo rom.

Ma da quale pulpito arriva la predica molti cittadini iniziano a comprenderlo.

Infatti è un altro “teatrino” della “brigata verde” messa in scena nel disperato tentativo di non perdere le poltrone del potere e nella speranza (legittima!) di sistemare qualche altro figlio. Anche la “brigata verde” ha famiglia.

Quella “brigata verde” chesi è legata con nodo marinaio alle poltrone del potere nazionale e locale e che quando gridava “Roma ladrona” forse era solo una introspezione psicologica.

La Federazione romanì chiede un autorevole intervento del Presidente della Repubblica Italiana per evitare che l’infelice dichiarazione di un ministro della Repubblica Italiana possa dare legittimazione istituzionale all’odio razziale e al disprezzo delle minoranze.

Il presidente  Federazione romanì – Dr. Nazzareno Guarnieri

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: