Roma, comunicato

Posted by amministratore su 28 agosto 2010

L’associazione “21 luglio” e la Federazione Romanì esprimono profonda preoccupazione sullo stato di sicurezza dei “villaggi attrezzati per le comunità nomadi”

La notte del 27 agosto 2010 un bambino di tre anni di etnia rom è morto in un incendio avvenuto nella baracca dove viveva in un insediamento informale situato a Roma in via Morselli, zona Muratella nel quale vivono 63 persone di cui 18 minori. Il fratellino di tre mesi è rimasto gravemente ustionato. L’incendio ha coinvolto altre 4 abitazioni del campo.

Il tragico avvenimento pone serie preoccupazioni sulle già note condizioni di sicurezza degli insediamenti informali ma anche su quelle, meno conosciute, che riguardano i “villaggi attrezzati” dall’amministrazione comunale.

I ricercatori dell’associazione “21 luglio” nei mesi scorsi hanno compiuto periodici sopralluoghi in alcuni “villaggi attrezzati per le comunità nomadi” e strutture predisposte dal Comune di Roma per l’accoglienza dei rom sgomberati dagli insediamenti informali. Nel corso delle visite, volte a monitorare il rispetto dei diritti dei minori in base alle Convenzioni Internazionali, sono state rilevate gravi mancanze in ordine alla sicurezza e alla normativa antincendio.

A titolo esemplificativo nella struttura di accoglienza di via Salaria, 971 (ex-cartiera), dove nell’ultima rilevazioni risultano accolte circa 250 persone tra cui un centinaio di minori, sono state documentate gravi carenze riguardo la sicurezza degli abitanti in caso di incendio: ventilazione dei locali pericolosa per la densità dei gas e vapori infiammabili, utilizzazione di materiali combustibili non a norma per la realizzazione di improvvisate pareti divisorie, utilizzazione di materiali infiammabili con l’impiego di bombole di gas adoperate per la preparazione dei pasti, mancanza di vie di uscita.

Nel “villaggio attrezzato” di via di Salone, in cui risultano accolte 970 persone tra cui più di 400 minori, sono state documentate altre carenze strutturali quali: presidi antincendio deteriorati e inutilizzati, vie di uscita non idonee, insufficiente comunicazione delle procedure di evacuazione in caso di incendio, assenza dei periodici controlli per l’estinzione degli incendi, chiusura delle condutture dell’acqua appositamente predisposte per lo spegnimento degli incendi, presenza di materiale da discarica infiammabile adiacente il campo.

I due casi esposti rappresentano solo un esempio delle condizioni in cui versano le strutture attrezzate previste dal Piano Nomadi della capitale e dei rischi per gli abitanti che sono palesemente simili a quelli che questa notte hanno causato l’incendio di via Morselli.

Dopo il decesso del bambino rom nel campo in zona Muratella il sindaco on. Gianni Alemanno ha dichiarato alla stampa che occorre “[…] portare coloro che non hanno residenze fisse all’interno di campi autorizzati pienamente controllati sul piano della legalità, della sicurezza e della vivibilità”.

L’associazione “21 luglio” esprime profonda preoccupazione sullo stato di sicurezza dei “villaggi attrezzati” e delle strutture predisposte dal Comune di Roma per l’accoglienza dei rom sgomberati dagli insediamenti informali.

Raccomanda pertanto al prefetto di Roma in quanto Commissario straordinario per l’emergenza nomadi dott. Giuseppe Pecoraro e al soggetto attuatore del Piano Nomadi dott. Angelo Scozzafava di provvedere alla messa a norma, dal punto di vista della sicurezza e della prevenzione incendi, delle strutture autorizzate all’accoglienza delle comunità di rom e sinti affinché sia pienamente attuata la Convenzione Internazionale sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza quando afferma che “gli stati parti assicurano in tutta la misura del possibile la sopravvivenza e lo sviluppo del fanciullo” (art.6 par.2) e la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea quando stabilisce che “i bambini hanno diritto alla protezione e alle cure necessarie per il loro benessere[…]” (art.24 par.1).

Roma, 27 agosto 2010

Associazione “21 luglio”

Federazione romanì


Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: