Buon anno 2010

Posted by amministratore su 31 dicembre 2009

 Al termine di ogni anno giunge il tempo delle riflessioni e della speranza per un futuro migliore, ed alcune valutazioni sul “progetto Federazione” per la popolazione romanì è un atto dovuto.

Numerosi sono stati gli eventi realizzati nell’anno 2009 con il “progetto federazione”, dal primo congresso Italiano delle comunità rom e sinte, alla Conferenza “ La voce del popolo rom. Nuove politiche e  strategie verso la rappresentatività”, fino al recente convegno della Camera dei Deputati per non dimenticare l’emanazione delle leggi razziali.

Eventi contraddistinti da un radicale cambiamento rispetto al passato e dalla numerosa partecipazione attiva e propositiva di Rom e Sinti.

Mi corre l’obbligo porre in evidenza anche gli ostacoli incontrati nell’anno 2009.

Ostacoli per impedire a Rom e Sinti di realizzare il “progetto Federazione”.

Ostacoli creati ad arte, per dividere Rom e Sinti, nascondendosi dietro una maschera.

Ostacoli per l’eccessivo personalismo ed individualismo.

Difficoltà che hanno condotto la Federazione romanì nell’anno 2009 ad adottare nuove politiche e strategie verso una rappresentatività qualificata di Rom e Sinti, scelta largamente condivisa.

Nel 2009 molta attenzione è stata dedicata alla Federazione romani dalle organizzazioni amiche di rom e sinte, ma L’ASSENZA di volontà ad avviare una concreta collaborazione con una qualificata rappresentatività rom, conduce ad immaginare che forse si è trattata di un’attenzione interessata SOLO al fallimento del “progetto federazione”.

Molte sono state le buone intenzioni verso la Federazione romanì di tanti che si dichiarano amici del popolo rom, ma le buone intenzioni non sono diventate realtà nel 2009.

Se gli amici del popolo rom non sostengono con concreta collaborazione e determinazione un progetto qualitativo e quantitativo come quello della Federazione romanì, cosa fanno?  

Non posso evitare di denunciare ancora una volta lo sperpero di risorse pubbliche per iniziative per rom e sinti inconsistenti e fallimentari, mentre con grandi sacrifici personali e senza alcun aiuto dagli “amici” del popolo rom, da sei anni siamo impegnati per costruire una rappresentatività rom e sinta qualificata, condizione indispensabile prima di qualsiasi altra iniziativa, altrimenti sarebbe come costruire una casa senza fondamenti.

Ma finora la partecipazione qualificata di rom e sinti non piace agli “amici” della popolazione romanì, “amici” che preferiscono la partecipazione di quei rom e sinti che per poco e più facilmente aderiscono alle loro fallimentari scelte.  

La Federazione romanì saprà attendere e speriamo che l’anno 2010 porti buoni consigli.

Oggi rendo pubblica la seguente lettera inviata ad una organizzazione nel mese di Luglio 2009, ometto nomi e denominazioni riportati nella lettera, firmata da tre rom/sinti, ma suggerita e scritta da qualche “amico”.    

 

Al presidente Nazionale di …………….

Vi scriviamo a proposito della partecipazione della ……………………….. al ……………………… da voi organizzato e nel quale non ci risulta chiaro il rapporto con la nostra …………………… almeno alla luce dei programmi che stanno girando.

Non abbiamo ricevuto un invito formale, né una richiesta di intervento come invece è avvenuto nelle precedenti occasioni e questo ci sorprende come ci sorprende la partecipazione di Nazareno Guarnieri non sappiamo a quale titolo.

Come saprete dopo il congresso della nostra Federazione, l’ex presidente, Nazareno Guarnieri, per ragioni che non sono state rese note né nel corso del congresso né tantomeno dopo, ha fondato una cosiddetta Federazione Romani che raggruppa, a quanto lui dice alcune associazioni rom.

E’ bene che voi sappiate che questa scelta, al di là dei modi veramente scorretti e inaccettabili da qualunque punto di vista,  rischia seriamente di mettere in discussione la possibilità di dare forza e sostanza a un soggetto unitario dei Rom e dei Sinti che affronti i temi complicati che riguardano le nostre comunità.

E’ grave e dannoso favorire le divisioni tra Rom e Sinti nel momento in cui in questo Paese si stanno stringendo i nodi di una politica profondamente antizigana e che coinvolge sia i Rom sia i Sinti, anzi ci sembra il caso di sottolineare che gli ultimi episodi riguardino in particolare alcune comunità sinte.

Per questo nella nostra assemblea ………………… abbiamo ribadito la continuità dell’azione unitaria ……………….. e, dopo l’elezione degli organi direttivi (vi alleghiamo il relativo comunicato), abbiamo programmato iniziative coerenti con questo obbiettivo.

In questo quadro la nostra partecipazione al ………………….. sarebbe per noi un’occasione per confermare un rapporto che ci sembrava consolidato e al quale noi teniamo in particolar modo per continuare una positiva collaborazione ……….. dando il contributo della nostra esperienza a iniziative così significative sui temi del razzismo, della discriminazione, dell’esclusione di cui rom e sinti sono vittime privilegiate.

Per questo ci auguriamo che ci sia un rapido chiarimento per poter continuare in un rapporto di positiva collaborazione.

Firmato ……………..                  

             ……………..

             ……………..

A distanza di sei mesi da questa lettera tutti vedono che la Federazione romani è una realtà concreta che dà fastidio a diversi “amici” del popolo rom.

Nazzareno Guarnieri

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: